Puglia Megalitica su Facebook Puglia Megalitica su Twitter Puglia Megalitica su YouTube
IT EN
+ Alliste (LE)
2
+ Bagnolo del Salento (LE)
1
+ Bari (BA)
1
+ Bisceglie (BA)
3
+ Bisceglie (BT)
1
+ Bitonto (BA)
3
+ Botrugno (LE)
1
+ Campi Salentina (LE)
2
+ Cannole (LE)
2
+ Carpignano Salentino (LE)
7
+ Casamassima (BA)
1
+ Cassano delle Murge (BA)
1
+ Castrì di Lecce (LE)
3
+ Castrignano del Capo (LE)
2
+ Castro (LE)
2
+ Cavallino (LE)
1
+ Corato (BA)
1
+ Corigliano d'Otranto (LE)
2
+ Cursi (LE)
4
+ Diso (LE)
1
+ Fasano (BR)
1
+ Gagliano del Capo (LE)
4
+ Galatone (LE)
1
+ Giovinazzo (BA)
1
+ Giuggianello (LE)
5
+ Giurdignano (LE)
26
+ Lecce (LE)
4
+ Lequile (LE)
1
+ Lizzanello (LE)
2
+ Maglie (LE)
16
+ Manduria (TA)
1
+ Martano (LE)
5
+ Melendugno (LE)
3
+ Melpignano (LE)
3
+ Miggiano (LE)
1
+ Minervino di Lecce (LE)
6
+ Modugno (BA)
3
+ Morciano di Leuca (LE)
1
+ Muro Leccese (LE)
7
+ Novoli (LE)
1
+ Otranto (LE)
1
+ Palese (BA)
2
+ Palmariggi (LE)
2
+ Patù (LE)
1
+ Poggiardo (LE)
1
+ Racale (LE)
1
+ Ruffano (LE)
4
+ Salve (LE)
1
+ Sammichele di Bari (BA)
1
+ San Cesario di Lecce (LE)
1
+ San Donato di Lecce (LE)
3
+ Santa Cesarea Terme (LE)
1
+ Scorrano (LE)
2
+ Seclì (LE)
1
+ Sogliano Cavour (LE)
1
+ Spongano (LE)
4
+ Statte (TA)
4
+ Sternatia (LE)
2
+ Supersano (LE)
4
+ Taviano (LE)
1
+ Tricase (LE)
4
+ Tuglie (LE)
2
+ Ugento (LE)
2
+ Uggiano la Chiesa (LE)
1
+ Veglie (LE)
2
+ Vernole (LE)
3
+ Zollino (LE)
5
Numero inventario: 10009
Menhir Grassi
Carpignano Salentino (LE)
Oggetto: Menhir
Stato: Presente
Latitudine: 40.20202
Longitudine: 18.33269
Indicazioni stradali: Da Carpignano Salentino imboccare la SP 276 Carpignano-Melendugno. A circa 500 m sulla sinistra, svoltare sulla Strada Vicinale San Cosimo.
Contesto ambientale: Il menhir si colloca a ridosso della SP 276, all’altezza dello svincolo per la Strada Vicinale San Cosimo, in parte circondato da un muro perimetrale, che lo inquadra a mo’ di nicchia. E’ dotato di cartellonistica identificativa.
Evidenze archeologiche:
Descrizione: Il monolite presenta alla sommità una forma prismatica. L’attuale conformazione del menhir è causata da ripetute rotture avvenute nel corso del tempo. Oggi si presenta profondamente segnato con gli spigoli arrotondati  e superfici irregolari. Sulla faccia stretta rivolta a Sud-Est è visibile, a circa 1,5 m da terra un foro circolare del diametro di circa 2,5 cm; in gergo questa particolarità è definta "occhio del menhir". Sulla superficie sono presenti insediamenti di muschi, licheni e incrostazioni composte da sostanze inorganixhe. Alla base dle monolite è presente vegetazione spontanea. E’ in parte circondato da un muro perimetrale.  
Stato di conservazione: Discreto
Dimensioni: Altezza: m 2.39; Faccia Nord m 0.23 x Faccia Est m 0.47
Orientamento: Asse lungo Nord Ovest - Sud Est
Note storiche: Il monolite fu rinvenuto nel 1910 nei dintorni della masseria Grassi da Giuseppe Palumbo, il quale lo ritrovò, riverso sul terreno, fuori dalla buca che lo conteneva ma intatto, forse divelto dai cercatori di “Acchiature”. Erano nominati in questo modo i “tesori da cercare”. Nel 1953 fu ricollocato in sito.
Condizione giuridica: Comunicazione riconoscimento interesse archeologico, n. prot. 6289 del 29/05/1987, della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Puglia al Comune di Carpignano Salentino. Ente pubblico (comunale)
Gallery
Mappa