Puglia Megalitica su Facebook Puglia Megalitica su Twitter Puglia Megalitica su YouTube
IT EN
+ Alliste (LE)
2
+ Bagnolo del Salento (LE)
1
+ Bari (BA)
1
+ Bisceglie (BT)
1
+ Bisceglie (BA)
3
+ Bitonto (BA)
3
+ Botrugno (LE)
1
+ Campi Salentina (LE)
2
+ Cannole (LE)
2
+ Carpignano Salentino (LE)
7
+ Casamassima (BA)
1
+ Cassano delle Murge (BA)
1
+ Castrì di Lecce (LE)
3
+ Castrignano del Capo (LE)
2
+ Castro (LE)
2
+ Cavallino (LE)
1
+ Corato (BA)
1
+ Corigliano d'Otranto (LE)
2
+ Cursi (LE)
4
+ Diso (LE)
1
+ Fasano (BR)
1
+ Gagliano del Capo (LE)
4
+ Galatone (LE)
1
+ Giovinazzo (BA)
1
+ Giuggianello (LE)
5
+ Giurdignano (LE)
26
+ Lecce (LE)
4
+ Lequile (LE)
1
+ Lizzanello (LE)
2
+ Maglie (LE)
16
+ Manduria (TA)
1
+ Martano (LE)
5
+ Melendugno (LE)
3
+ Melpignano (LE)
3
+ Miggiano (LE)
1
+ Minervino di Lecce (LE)
6
+ Modugno (BA)
3
+ Morciano di Leuca (LE)
1
+ Muro Leccese (LE)
7
+ Novoli (LE)
1
+ Otranto (LE)
1
+ Palese (BA)
2
+ Palmariggi (LE)
2
+ Patù (LE)
1
+ Poggiardo (LE)
1
+ Racale (LE)
1
+ Ruffano (LE)
4
+ Salve (LE)
1
+ Sammichele di Bari (BA)
1
+ San Cesario di Lecce (LE)
1
+ San Donato di Lecce (LE)
3
+ Santa Cesarea Terme (LE)
1
+ Scorrano (LE)
2
+ Seclì (LE)
1
+ Sogliano Cavour (LE)
1
+ Spongano (LE)
4
+ Statte (TA)
4
+ Sternatia (LE)
2
+ Supersano (LE)
4
+ Taviano (LE)
1
+ Tricase (LE)
4
+ Tuglie (LE)
2
+ Ugento (LE)
2
+ Uggiano la Chiesa (LE)
1
+ Veglie (LE)
2
+ Vernole (LE)
3
+ Zollino (LE)
5
Numero inventario: 10098
Menhir La Cupa II
Scorrano (LE)
Oggetto: Menhir
Stato: Presente
Latitudine: 40.08875
Longitudine: 18.28872
Indicazioni stradali: Raggiungendo Scorrano dalla SP 243, svoltare a sinistra. Il menhir si avvista dopo circa 300 m sulla destra, all’incrocio tra la strada vicinale Nacrilli e via Abate.
Contesto ambientale: Sul ciglio della strada, inglobato in un muro a secco che delimita una proprietà terriera.
Evidenze archeologiche:
Descrizione: Presenta spigoli rastremati a formare una base ottagonale, mentre l’estremità terminale, quadrangolare, è decorata con un fregio sulle facce Nord e Sud. Visibili piccole fratture sullo spigolo sommitale rivolto a Nord. 
Stato di conservazione: Discreto
Dimensioni: Altezza m 2.43; Faccia Nord m 0.35 x Faccia Est m 0.33.
Orientamento: Asse lungo Est - Ovest
Note storiche: Rinvenuto da Palumbo nel 1953 a circa 500 m dal menhir Cupa I inglobato in un muro a secco e infisso su uno zoccolo di roccia affiorante (di m 1.35). Attualmente si trova ancora in tale posizione.  L’estremità superiore decorata del menhir fa ritenere al Palumbo che il monolite sia da ascrivere ad epoca medievale, eretto allo scopo di dedicarlo a qualche santo per la protezione della contrada. Il Malagrinò considera il menhir rimaneggiato e riutilizzato in tempi storici.
Condizione giuridica: Ente pubblico (Comunale). Privo di tutela legislativa.
Gallery
Mappa