Puglia Megalitica su Facebook Puglia Megalitica su Twitter Puglia Megalitica su YouTube
IT EN
+ Alliste (LE)
2
+ Bagnolo del Salento (LE)
1
+ Bari (BA)
1
+ Bisceglie (BA)
3
+ Bisceglie (BT)
1
+ Bitonto (BA)
3
+ Botrugno (LE)
1
+ Campi Salentina (LE)
2
+ Cannole (LE)
2
+ Carpignano Salentino (LE)
7
+ Casamassima (BA)
1
+ Cassano delle Murge (BA)
1
+ Castrì di Lecce (LE)
3
+ Castrignano del Capo (LE)
2
+ Castro (LE)
2
+ Cavallino (LE)
1
+ Corato (BA)
1
+ Corigliano d'Otranto (LE)
2
+ Cursi (LE)
4
+ Diso (LE)
1
+ Fasano (BR)
1
+ Gagliano del Capo (LE)
4
+ Galatone (LE)
1
+ Giovinazzo (BA)
1
+ Giuggianello (LE)
5
+ Giurdignano (LE)
26
+ Lecce (LE)
4
+ Lequile (LE)
1
+ Lizzanello (LE)
2
+ Maglie (LE)
16
+ Manduria (TA)
1
+ Martano (LE)
5
+ Melendugno (LE)
3
+ Melpignano (LE)
3
+ Miggiano (LE)
1
+ Minervino di Lecce (LE)
6
+ Modugno (BA)
3
+ Morciano di Leuca (LE)
1
+ Muro Leccese (LE)
7
+ Novoli (LE)
1
+ Otranto (LE)
1
+ Palese (BA)
2
+ Palmariggi (LE)
2
+ Patù (LE)
1
+ Poggiardo (LE)
1
+ Racale (LE)
1
+ Ruffano (LE)
4
+ Salve (LE)
1
+ Sammichele di Bari (BA)
1
+ San Cesario di Lecce (LE)
1
+ San Donato di Lecce (LE)
3
+ Santa Cesarea Terme (LE)
1
+ Scorrano (LE)
2
+ Seclì (LE)
1
+ Sogliano Cavour (LE)
1
+ Spongano (LE)
4
+ Statte (TA)
4
+ Sternatia (LE)
2
+ Supersano (LE)
4
+ Taviano (LE)
1
+ Tricase (LE)
4
+ Tuglie (LE)
2
+ Ugento (LE)
2
+ Uggiano la Chiesa (LE)
1
+ Veglie (LE)
2
+ Vernole (LE)
3
+ Zollino (LE)
5
Numero inventario: 10118
Dolmen di Leucaspide (di San Giovanni)
Statte (TA)
Oggetto: Dolmen
Stato: Presente
Latitudine: 40.55313
Longitudine: 17.16772
Indicazioni stradali: Sito in un boschetto sulla sommità di un piccolo dosso vicino alla Masseria di Accetta Piccola e alla Gravina di Leucaspide.
Contesto ambientale: In un boschetto di pini e di macchia mediterranea, sulla sommità di un piccolo dosso, nelle vicinanze della Gravina di Leucaspide.
Evidenze archeologiche:
Descrizione: Questo secondo dolmen del territorio di Statte dista circa tre chilometri dal primo ed è posto quasi sul bordo ovest della Gravina di Leucaspide.  Nella struttura appare simile ai dolmen della provincia di Bari, con la lastra di copertura poggiante su un lastrone verticale, rivolto a Sud, su due lastre verticali a Nord e su una terza lastra di dimensioni minori a chiusura della parte posteriore della struttura ad Ovest..  La cella di apertura, rivolta ad Est, si affaccia su un dromos, visibile in modo minore rispetto a 15 anni fa quando misurava 7 m. Visibili attualmente parte degli ortostati che formavano il dromos. Importante la presenza di croste nere. La struttura è circondata da vegetazione naturale ma risulta comunque ben visibile. 
Stato di conservazione: Mediocre
Dimensioni:
Orientamento: Apertura rivolta ad Est.
Note storiche: Fu scavato nel 1884 dal prof. Luigi Viola, ma del suo ritrovamento dette notizia nel 1887 una celebre viaggiatrice inglese, Janet Ross, la quale lo indicò come "Tavola dei Paladini" (dalla leggenda popolare secondo cui i paladini venivano a festeggiare intorno al dolmen le loro vittorie sui Saraceni) e nel visitarlo vi rinvenne tra l’altro anche una mascella umana. E’ noto anche come Dolmen di San Giovanni, dal nome della Masseria che sorge vicino.   
Condizione giuridica:
Gallery
Mappa