Puglia Megalitica su Facebook Puglia Megalitica su Twitter Puglia Megalitica su YouTube
IT EN
+ Alliste (LE)
2
+ Bagnolo del Salento (LE)
1
+ Bari (BA)
1
+ Bisceglie (BA)
3
+ Bisceglie (BT)
1
+ Bitonto (BA)
3
+ Botrugno (LE)
1
+ Campi Salentina (LE)
2
+ Cannole (LE)
2
+ Carpignano Salentino (LE)
7
+ Casamassima (BA)
1
+ Cassano delle Murge (BA)
1
+ Castrì di Lecce (LE)
3
+ Castrignano del Capo (LE)
2
+ Castro (LE)
2
+ Cavallino (LE)
1
+ Corato (BA)
1
+ Corigliano d'Otranto (LE)
2
+ Cursi (LE)
4
+ Diso (LE)
1
+ Fasano (BR)
1
+ Gagliano del Capo (LE)
4
+ Galatone (LE)
1
+ Giovinazzo (BA)
1
+ Giuggianello (LE)
5
+ Giurdignano (LE)
26
+ Lecce (LE)
4
+ Lequile (LE)
1
+ Lizzanello (LE)
2
+ Maglie (LE)
16
+ Manduria (TA)
1
+ Martano (LE)
5
+ Melendugno (LE)
3
+ Melpignano (LE)
3
+ Miggiano (LE)
1
+ Minervino di Lecce (LE)
6
+ Modugno (BA)
3
+ Morciano di Leuca (LE)
1
+ Muro Leccese (LE)
7
+ Novoli (LE)
1
+ Otranto (LE)
1
+ Palese (BA)
2
+ Palmariggi (LE)
2
+ Patù (LE)
1
+ Poggiardo (LE)
1
+ Racale (LE)
1
+ Ruffano (LE)
4
+ Salve (LE)
1
+ Sammichele di Bari (BA)
1
+ San Cesario di Lecce (LE)
1
+ San Donato di Lecce (LE)
3
+ Santa Cesarea Terme (LE)
1
+ Scorrano (LE)
2
+ Seclì (LE)
1
+ Sogliano Cavour (LE)
1
+ Spongano (LE)
4
+ Statte (TA)
4
+ Sternatia (LE)
2
+ Supersano (LE)
4
+ Taviano (LE)
1
+ Tricase (LE)
4
+ Tuglie (LE)
2
+ Ugento (LE)
2
+ Uggiano la Chiesa (LE)
1
+ Veglie (LE)
2
+ Vernole (LE)
3
+ Zollino (LE)
5
Numero inventario: 10147
Dolmen della Chianca
Bisceglie (BA)
Oggetto: Dolmen
Stato: Presente
Latitudine: 41.19413
Longitudine: 16.48730
Indicazioni stradali: S.P. 86 Bisceglie-Ruvo. Seguire la segnaletica che porta all’area dei dolmen. Svoltare a sinistra su Via Stradelle.
Contesto ambientale: Il megalite si trova all’interno di un terreno adiacente ad un uliveto, separato da esso da un muretto a secco. Intorno al dolmen crescono sterpaglie e vegetazione naturale.
Evidenze archeologiche:
Descrizione: Tutto il materiale litico impiegato per la costruzione di questo imponente megalite è in calcare proveniente dal territorio circostante. Il dolmen si compone di una cella sepolcrale anticipata da un corridoio lungo 7,50 m e formato da lastroni piatti, infissi verticalmente nel terreno, di altezza notevolmente inferiore rispetto a quelli della cella. Quest’ultima è formata da tre grandi lastroni verticali su cui poggia una lastra di copertura. La lunghezza totale del megalite è poco meno di 10 m ed ha l’ingresso rivolto ad est.  Sono stati eseguiti interventi conservativi con malta cementizia sui punti di contatto tra lastra di copertura e ortostati. L’ortostato Sud è stato oggetto di restauro. La superficie della struttura rivolta a Nord presenta incrostazioni composte da elementi inorganici.
Stato di conservazione: Mediocre
Dimensioni: Cella sepolcrale: altezza m 1.95; larghezza m 1.70; profondità m 1.78. Lastra di copertura: m 2.24 x m 3.80. Dromos: m 7.50 x m 1.58/2.15. Ortostato Sud: m 1.28 x m 2.42. Ortostato Ovest: m 1.90 x m 1.45. Ortostato Nord: m 1.34 x m 2.77. Spessore Ortostati: da m 0.40 a m 0.25.
Orientamento: Ingresso rivolto ad Est
Note storiche: Il Dolmen Chianca, databile all’età del Bronzo medio (XVI - XIV secolo a.C.), è uno dei dolmen più importanti in Europa per dimensioni, bellezza e stato di conservazione. Scoperto nel 1909 da Mosso, Samarelli e Gervasio, fu oggetto di attenti scavi da parte di quest’ultimo (furono rinvenuti frammenti carbonizzati di ossa umane ed animali oltre a frammenti di materiale ceramico).  Al momento della scoperta i contadini del luogo avevano già rimosso tutto prima degli scavi, anche se alcune tracce dei mucchi di pietrame e di terriccio che coprivano la costruzione erano evidenti agli occhi degli archeologi. Il 9 giugno del 2007 le Poste Italiane hanno emesso un francobollo di 0,60 euro raffigurante il dolmen della Chianca.  Il 19 maggio del 2010 l’UNESCO ha riconosciuto il dolmen della Chianca di Bisceglie "Patrimonio testimone di una cultura di pace per l’umanità".
Condizione giuridica:
Gallery
Mappa