Puglia Megalitica su Facebook Puglia Megalitica su Twitter Puglia Megalitica su YouTube
IT EN
+ Alliste (LE)
2
+ Bagnolo del Salento (LE)
1
+ Bari (BA)
1
+ Bisceglie (BA)
3
+ Bisceglie (BT)
1
+ Bitonto (BA)
3
+ Botrugno (LE)
1
+ Campi Salentina (LE)
2
+ Cannole (LE)
2
+ Carpignano Salentino (LE)
7
+ Casamassima (BA)
1
+ Cassano delle Murge (BA)
1
+ Castrì di Lecce (LE)
3
+ Castrignano del Capo (LE)
2
+ Castro (LE)
2
+ Cavallino (LE)
1
+ Corato (BA)
1
+ Corigliano d'Otranto (LE)
2
+ Cursi (LE)
4
+ Diso (LE)
1
+ Fasano (BR)
1
+ Gagliano del Capo (LE)
4
+ Galatone (LE)
1
+ Giovinazzo (BA)
1
+ Giuggianello (LE)
5
+ Giurdignano (LE)
26
+ Lecce (LE)
4
+ Lequile (LE)
1
+ Lizzanello (LE)
2
+ Maglie (LE)
16
+ Manduria (TA)
1
+ Martano (LE)
5
+ Melendugno (LE)
3
+ Melpignano (LE)
3
+ Miggiano (LE)
1
+ Minervino di Lecce (LE)
6
+ Modugno (BA)
3
+ Morciano di Leuca (LE)
1
+ Muro Leccese (LE)
7
+ Novoli (LE)
1
+ Otranto (LE)
1
+ Palese (BA)
2
+ Palmariggi (LE)
2
+ Patù (LE)
1
+ Poggiardo (LE)
1
+ Racale (LE)
1
+ Ruffano (LE)
4
+ Salve (LE)
1
+ Sammichele di Bari (BA)
1
+ San Cesario di Lecce (LE)
1
+ San Donato di Lecce (LE)
3
+ Santa Cesarea Terme (LE)
1
+ Scorrano (LE)
2
+ Seclì (LE)
1
+ Sogliano Cavour (LE)
1
+ Spongano (LE)
4
+ Statte (TA)
4
+ Sternatia (LE)
2
+ Supersano (LE)
4
+ Taviano (LE)
1
+ Tricase (LE)
4
+ Tuglie (LE)
2
+ Ugento (LE)
2
+ Uggiano la Chiesa (LE)
1
+ Veglie (LE)
2
+ Vernole (LE)
3
+ Zollino (LE)
5
Numero inventario: 10124
Dolmen di Corato (Chianca dei Paladini)
Corato (BA)
Oggetto: Dolmen
Stato: Presente
Latitudine: 41.16888
Longitudine: 16.46008
Indicazioni stradali: Contrada Colonnelle. Al confine con il territorio di Bisceglie. Dalla SP 85 Bisceglie-Corato, il dolmen si ritrova sulla destra.
Contesto ambientale: Il dolmen è difficilmente raggiungibile in quanto l’area su cui insiste è circondata da una grande cava di calcare. Il sito, in un primo momento recuperato e predisposto per visite turistiche, appare al momento abbandonato.
Evidenze archeologiche:
Descrizione: Oggi, dell’originale Dolmen a corridoio, si può vedere la sola cella sepolcrale. Del corridoio restano pezzi nella parte antistante alla cella.  Analogo ai dolmen di Bisceglie, sembra appartenere ai dolmen costruiti dalle popolazioni che abitarono le zone intorno alla Lama di Santa Croce (circa un Km a Nord).  Un cumulo circolare di pietre circonda la cella per un’altezza di m 0.90. La superficie interna della cella mostra atti di vandalismo. L’Ortostato a Nord presenta una roccia compatta, mentre sull’Ortostato a Sud sono visibili strati di sedimentazione della pietra, oltre che segni di esfoliazione della roccia. Le superfici della struttura megalitica rivolte a nord mostrano infine incrostazioni di natura organica e inorganica.
Stato di conservazione: Mediocre
Dimensioni: Dimensioni cella: altezza m 1.89; larghezza m 1.70. Ortostato Nord: altezza m 2.80; larghezza m 1.70; spessore m 0.37/0.42. Ortostato Sud: altezza m 2.62; larghezza m 1.70; spessore m 0.26/0.32. Ortostato Ovest: altezza m 1.89; larghezza m 1.70; spessore m 0.14/0.18. Lastra di copertura: m 1.70 x m 2.70 x m 0.36/0.40.
Orientamento: Apertura cella ad Est
Note storiche: Noto anche come Dolmen Colonnelle, fu rinvenuto nel 1913 da Gervasio, che lo definisce "il dolmen meglio conservato". All’epoca restavano in piedi quattro lastroni perpendicolari al terreno formanti il corridoio e due trasversali a questi che lo dividevano dalla cella, a sua volta costituita da altre tre lastre, sulle quali poggiava l’enorme lastrone di copertura. Il rinvenimento di una piccola tazza in ceramica permette di datare il monumento al XVI/XV secolo a.C. Nel 1984 è stato oggetto di un intervento conservativo da parte della Soprintendenza Archeologica. Una leggenda racconta sia il risultato di una competizione fra giganti al momento di costruire la tomba per il loro capo.
Condizione giuridica: Bene sottoposto a vincolo. Legge n. 1089 del 01/06/1939. Declaratoria ministeriale del 10/09/1984.
Tour Virtuale
Gallery
Mappa