Puglia Megalitica su Facebook Puglia Megalitica su Twitter Puglia Megalitica su YouTube
IT EN
+ Alliste (LE)
2
+ Bagnolo del Salento (LE)
1
+ Bari (BA)
1
+ Bisceglie (BA)
3
+ Bisceglie (BT)
1
+ Bitonto (BA)
3
+ Botrugno (LE)
1
+ Campi Salentina (LE)
2
+ Cannole (LE)
2
+ Carpignano Salentino (LE)
7
+ Casamassima (BA)
1
+ Cassano delle Murge (BA)
1
+ Castrì di Lecce (LE)
3
+ Castrignano del Capo (LE)
2
+ Castro (LE)
2
+ Cavallino (LE)
1
+ Corato (BA)
1
+ Corigliano d'Otranto (LE)
2
+ Cursi (LE)
4
+ Diso (LE)
1
+ Fasano (BR)
1
+ Gagliano del Capo (LE)
4
+ Galatone (LE)
1
+ Giovinazzo (BA)
1
+ Giuggianello (LE)
5
+ Giurdignano (LE)
26
+ Lecce (LE)
4
+ Lequile (LE)
1
+ Lizzanello (LE)
2
+ Maglie (LE)
16
+ Manduria (TA)
1
+ Martano (LE)
5
+ Melendugno (LE)
3
+ Melpignano (LE)
3
+ Miggiano (LE)
1
+ Minervino di Lecce (LE)
6
+ Modugno (BA)
3
+ Morciano di Leuca (LE)
1
+ Muro Leccese (LE)
7
+ Novoli (LE)
1
+ Otranto (LE)
1
+ Palese (BA)
2
+ Palmariggi (LE)
2
+ Patù (LE)
1
+ Poggiardo (LE)
1
+ Racale (LE)
1
+ Ruffano (LE)
4
+ Salve (LE)
1
+ Sammichele di Bari (BA)
1
+ San Cesario di Lecce (LE)
1
+ San Donato di Lecce (LE)
3
+ Santa Cesarea Terme (LE)
1
+ Scorrano (LE)
2
+ Seclì (LE)
1
+ Sogliano Cavour (LE)
1
+ Spongano (LE)
4
+ Statte (TA)
4
+ Sternatia (LE)
2
+ Supersano (LE)
4
+ Taviano (LE)
1
+ Tricase (LE)
4
+ Tuglie (LE)
2
+ Ugento (LE)
2
+ Uggiano la Chiesa (LE)
1
+ Veglie (LE)
2
+ Vernole (LE)
3
+ Zollino (LE)
5
Numero inventario: 10034
Menhir Mensi
Castrignano del Capo (LE) - Giuliano di Lecce
Oggetto: Menhir
Stato: Presente
Latitudine: 39.84894
Longitudine: 18.33744
Indicazioni stradali: Piazzetta Mensi
Contesto ambientale: Protetto da un’inferriata, il monolite è posto al centro di un trivio, inglobato nel tessuto urbano, di fronte ad un frantoio ipogeo costruito nel 1789. Alla base del menhir cresce, in modo limitato, vegetazione naturale.
Evidenze archeologiche:
Descrizione: Il menhir è delimitato da un’alta ringhiera in ferro e presenta sulla sommità una lastra di pietra dello spessore di m 0,15. Su una delle facce, verso la sommità, è visibile un solco rettangolare profondo 7 cm, lungo 33 cm e largo circa 10-15 cm. Il monolite si eleva su un piccolo affioramento roccioso e presenta sull’intera superficie fratture con il tempo consolidate con malta cementizia. Si nota infine la presenta di insediamenti di muschi e licheni, oltre che di depositi stratiformi, compatti e aderenti al substrato, composti da sostanze inorganiche e da strutture di natura biologica.
Stato di conservazione: Discreto
Dimensioni: Altezza m 2.03. Faccia Nord m 0.23 x Faccia Est m 0.50. Lastra superiore: Altezza m 0.15 Sezione m 0.80 x m 0.60.
Orientamento: Asse lungo Nord-Sud
Note storiche: Oggi il menhir si presenta di dimensioni diverse rispetto a quelle riportate dal De Giorgi, a causa probabilmente dei vari abbattimenti e riparazioni visibili dai segni presenti sulla sua superficie.  Descritto da Cosimo De Giorgi nel 1916, il monolite ha subito vari abbattimenti e riparazioni.
Condizione giuridica: Ente pubblico (Comunale). Privo di tutela legislativa.
Mappa