Puglia Megalitica su Facebook Puglia Megalitica su Twitter Puglia Megalitica su YouTube
IT EN
+ Alliste (LE)
2
+ Bagnolo del Salento (LE)
1
+ Bari (BA)
1
+ Bisceglie (BT)
1
+ Bisceglie (BA)
3
+ Bitonto (BA)
3
+ Botrugno (LE)
1
+ Campi Salentina (LE)
2
+ Cannole (LE)
2
+ Carpignano Salentino (LE)
7
+ Casamassima (BA)
1
+ Cassano delle Murge (BA)
1
+ Castrì di Lecce (LE)
3
+ Castrignano del Capo (LE)
2
+ Castro (LE)
2
+ Cavallino (LE)
1
+ Corato (BA)
1
+ Corigliano d'Otranto (LE)
2
+ Cursi (LE)
4
+ Diso (LE)
1
+ Fasano (BR)
1
+ Gagliano del Capo (LE)
4
+ Galatone (LE)
1
+ Giovinazzo (BA)
1
+ Giuggianello (LE)
5
+ Giurdignano (LE)
26
+ Lecce (LE)
4
+ Lequile (LE)
1
+ Lizzanello (LE)
2
+ Maglie (LE)
16
+ Manduria (TA)
1
+ Martano (LE)
5
+ Melendugno (LE)
3
+ Melpignano (LE)
3
+ Miggiano (LE)
1
+ Minervino di Lecce (LE)
6
+ Modugno (BA)
3
+ Morciano di Leuca (LE)
1
+ Muro Leccese (LE)
7
+ Novoli (LE)
1
+ Otranto (LE)
1
+ Palese (BA)
2
+ Palmariggi (LE)
2
+ Patù (LE)
1
+ Poggiardo (LE)
1
+ Racale (LE)
1
+ Ruffano (LE)
4
+ Salve (LE)
1
+ Sammichele di Bari (BA)
1
+ San Cesario di Lecce (LE)
1
+ San Donato di Lecce (LE)
3
+ Santa Cesarea Terme (LE)
1
+ Scorrano (LE)
2
+ Seclì (LE)
1
+ Sogliano Cavour (LE)
1
+ Spongano (LE)
4
+ Statte (TA)
4
+ Sternatia (LE)
2
+ Supersano (LE)
4
+ Taviano (LE)
1
+ Tricase (LE)
4
+ Tuglie (LE)
2
+ Ugento (LE)
2
+ Uggiano la Chiesa (LE)
1
+ Veglie (LE)
2
+ Vernole (LE)
3
+ Zollino (LE)
5
Numero inventario: 10037
Dolmen Grassi
Giurdignano (LE)
Oggetto: Dolmen
Stato: Presente
Latitudine: 40.11286
Longitudine: 18.41883
Indicazioni stradali: Fondo denominato dei Grassi. Dalla S.P. Giurdignano-Minervino, girare a destra per via vicinale S. Angelo e proseguire fino al bivio. Girare a sinistra e subito dopo aver percorso una curva, proseguire a sinistra costeggiando un oliveto. Il megalite si trova a destra, all’interno dell’oliveto.
Contesto ambientale: All’interno di un oliveto, alla periferia del paese.
Evidenze archeologiche:
Descrizione: E’ difficile stabilire se si tratti di un unico monumento o di due distinti. Vi sono due camere che si fronteggiano e non è facile dire se in passato una terza lastra unisse il tutto oppure se il lastrone non fosse un unico blocco. Oggi il dolmen si presenta poco distinguibile nella parte posta a Nord, essendo crollato il lastrone di copertura e gli ortostati che lo reggevano. Il lastrone del lato Sud è in sito e poggia su 5 ortostati, alcuni dei quali monolitici che lo elevano da m 0.80 a m 0.90 sul piano campagna. De Giorgi ipotizza che il megalite originario fosse indiviso "ad arco di cerchio di m 4.30 di lunghezza e m 1.50 di larghezza"; il lastrone di copertura poggiava su tredici pilastri. Il De Giorgi dà, inoltre, notizia della presenza, a circa 10 m di distanza, del probabile frammento di collegamento mancante che aveva le stesse caratteristiche dei latsroni residui. Attualmente esso non è visibile.
Stato di conservazione: Cattivo
Dimensioni: Dolmen doppio: il primo dolmen ha la lastra di copertura franata sugli ortostati; Lastra di copertura: m 2.30 x 1.60 x 0.27. Il secondo dolmen ha la lastra di copertura sorretta da cinque ortostati (uno monolitico, gli altri formati da pietre sovrapposti di altezza tra m 0.81 e m 0.90); Lastra di copertura: m 2.13 x m 1.70 x m 0.16.
Orientamento: Apertura rivolta a Nord-Ovest
Note storiche: Dolmen doppio, rinvenuto nel 1883 dal Maggiulli e dal De Giorgi, il quale lo descrive come uno dei più grandi del Salento, in parte distrutto.
Condizione giuridica: Declaratoria ministeriale con atto del 17/11/1920, L. 364/1909, art. 5. Proprietà privata.
Gallery
Mappa